Skip to content


#Firenze, 30 Nov.: proiezione documentario su Maria Occhipinti

30nov

Riceviamo e volentieri condividiamo:

sabato 30 novembre, all’Ateneo Libertario di borgo pinti 50r a Firenze Alberto L’Abate e Anna Luisa Leonardi della Fucina della Non Violenza presentano il documentario sulla vita di Maria Occhipinti, anarchica pacifista ragusana (1921-1996) di Luca Scivoletto.

Per la prima volta un documentario getta luce su una figura simbolo del riscatto sociale e del processo di emancipazione femminile in Italia negli ultimi sessant’anni. Maria Occhipinti lega il suo destino ai fatti del “non si parte” scoppiati in Sicilia nel ’45 dopo la nuova coscrizione. Incinta di cinque mesi, non esita a gettarsi davanti alle ruote di un camion militare per bloccare il rastrellamento dei giovani renitenti alla leva. Per questa clamorosa protesta sarà incarcerata e poi confinata a Ustica. Emarginata da tutti sarà costretta a lasciare ragusa e viaggiare per il mondo insieme alla figlia Marilena. Scriverà vari libri sulle sue esperienze di vita, alcuni dei quali saranno tradotti in varie lingue. Nell’età matura torna in Italia, a Roma, e pronunzia uno dei suoi ultimi discorsi pubblici nel 1987 a Comiso contro l’installazione dei missili Cruise.


Incontro dalle ore 18 con invito alla proiezione del film di Luca Scivoletto: ‘Con quella faccia da straniera’, sulla vita di Maria Occhipinti, anarchica pacifista ragusana, e su un episodio poco conosciuto di resistenza al militarismo.

Di fronte al ruolo crescente dei militari nella gestione delle crisi sociali e a quello delle industrie belliche nel panorama delle varie economie nazionali, è necessario ripartire con nuove forme di comunicazione e di nuove mobilitazioni contro la cultura e le strutture della guerra permanente di cui l’Italia è parte integrante.

L’ngresso e la proiezione del film sono gratuiti. – Apericena Cena a 10 Euro per chi può di finanziamento dell’ateneo

Segue un confronto di idee sulle possibili forme di resistenza nonviolenta alle strutture della guerra.

Posted in AntiAutoritarismi, Comunicazione, Fem/Activism, Iniziative, R-esistenze.


One Response

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

Continuing the Discussion

  1. #25N – le discussioni antiviolenza, contraddizioni e l’industria del salvataggio – Al di là del Buco linked to this post on 25 Novembre, 2013

    […] patriarcati russi, ché il Papa oggi accoglie Putin e questo dovrebbe farci piacere. Al ricordo di Maria Occhipinti che con i militari non voleva avere proprio nulla a che fare. Alle compagne che sfidano la […]